Line

Serendipity Squares
di Monica

Fin al loro primo apparire nel 2002 sono stati accolti con vero entusiasmo dalla comunita’ scrap di tutto il mondo. Perche’? perche’ sono semplici da realizzare e veramente decorativi. Ancora oggi sono usati in moltissimi LOs, nonostante siano ormai tre anni dal loro primo apparire.


 Serendipity e’ un vocabolo inglese “coniato” dall’autore Horace Walpole, il quale dichiaro’ di aver “formato” questo nome dal vecchio nome dello Sri Lanka, Serendip. Spiego’ che questo nome era parte di una vecchia storia popolare intitolata “ Le tre principesse di Serendip”: “… Le tre principesse nei loro viaggi scoprivano sempre cose stupende e inaspettate, scoperte casuali di cose delle quali non erano alla ricerca…”

Cosa occorre per la loro realizzazione”

Come si procede:


incollare la carta

risultato ottenuto

si tagliano i quadrati

ma anche tags e mat

i quadrati come backgorund

come bordi e decorazioni

A questo punto avrete creati i “Serendipity Squares”. Potete usarli come semplice abbellimenti, magari creando in un angolo un foro dove attaccare, charms, lettere per il journaling etc. Potete usarli per la creazione del vostro background, per la creazione del mat della vostra foto, oppure per fare il bordo alla pagina. Non ci sono regole e come dice la stessa parola “serendipity” vi faranno scoprire cose meravigliose inaspettatamente .

Consiglio:
Usate per la realizzazione dei Serendipity Squares gli avanzi di carta che avete conservato dalla realizzazione di precedenti LO. Un modo per non buttar via la carta avanzata, per risparmiare e per essere anche amanti della natura.

A presto!

Monica
©Scrapbook.it 2005
Editing e realizzazione web di Monica

indietro successivo